Il Calcio nella dieta del nostro Cane....

L’USO CORRETTO DEL CALCIO PER LO SVILUPPO E CRESCITA DEL NOSTRO CANE
Per il nostro organismo il Calcio è un elemento indispensabile.
Il Calcio è il minerale più abbondante dell’organismo (sia nell’uomo che nel cane), lo troviamo nelle ossa, nei denti, in percentuali minori è depositato nei tessuti molli, nei fluidi cellulari e nel sangue.
Il Calcio partecipa al processo di coagulazione del sangue, di stimolazione dei nervi e dei muscoli.
Le percentuali del Calcio nel sangue è importante e deve essere regolata attentamente.

IL CALCIO E LE SUE MALATTIE
Le Patologie legate al Calcio possono essere di 2 tipi:
- PATOLOGIE DA ECCESSO
- PATOLOGIE DA CARENZA

PATOLOGIE DA ECCESSO

DISPLASIA DELL’ANCALa displasia dell’anca, è una malattia dell’articolazione caratterizzata dalla lassità dei legamenti e della testa del femore con conseguente instabilità, o lussazione articolare; cioè la testa del femore esce dalla sua sede anatomica (acetabolo) impedendo al Cane di deambulare, oppure conferendogli una andatura claudicante dolorosa.
La displasia dell’anca è più frequente nei Cani di taglia Gigante/Grande con qualche caso anche nei cani di medio/grande taglia.
E’ una malattia dello sviluppo non strettamente genetica. I fattori scatenanti che influiscono la sua comparsa sono presenti soprattutto nei primi 6 mesi di vita del Cane.
Nella displasia troviamo una componente legata alla genetica ma anche l’alimentazione influenza la sua comparsa.
La displasia dell’anca è diagnosticabile a partire dai 6 mesi di vita del cucciolo attraverso un esame radiografico.
I Segnali che ci portano insospettire su tale patologia sono:
> Poca voglia di giocare, saltare, correre;
> Riluttanza a fare le scale;
> Riluttanza a muoversi, con conseguenza rifiuto di eseguire dei comandi;
> Presentare un’andatura claudicante di una o di entrambi le anche.

OSTEOCONDROSI
Durante la crescita del Cucciolo la cartilagine è responsabile della crescita delle estremità delle ossa che compongono l’articolazione; nel processo di crescita lo strato profondo della cartilagine si trasforma continuamente in tessuto osseo, contribuendo così alla crescita delle ossa, inoltre garantendo lo strato cartilagineo superficiale dell’articolazione.
Può capitare che tutto questo non avvenga e che la trasformazione della cartilagine in tessuto osseo non si verifichi con la conseguenza che la cartilagine aumenti del suo spessore perdendone in elasticità e resistenza.
Questo fenomeno si chiama Osteocondrosi o Oseocondrite .
La vivacità del Cucciolo porta delle sollecitazioni meccaniche alla sua struttura scheletrica che generano un distacco dell’osso sottostante con conseguente formazione d crepe che determinano un significativo ispessimento della cartilagine, successivamente da queste crepe si sollevano dei lembi cartilaginei che spingendosi nello spazio articolare determinano con i movimenti fisiologici dell’articolazione dei processi inizialmente infiammatori e successivamente degenerativi sia a carico di un unico arto.
Mentre qualora ad essere interessate siano entrambi le articolazioni anteriori o posteriori il Cane potrebbe manifestare un andatura impacciata e di più difficile riconoscimento.
Le articolazioni che possono essere colpite sono:
Ø Gomiti,
Ø Ginocchi,
Ø Anche.
Ricordiamo che questa patologia colpisce i cani di media/grossa taglia durante la crescita a partire dai 5/8 mesi.
I fattori scatenanti di questa malattia sono la sovralimentazione e l’eccessiva integrazione di calcio e un’attività fisica smodata durante i primi mesi di vita.
Per diagnosticare questa patologia occorre una visita ortopedica con esame radiografico.

PATOLOGIE MULTIFATTORIALI E PATOLOGIE DA CARENZA Le patologie Multifattoriali (molteplici fattori) sono determinate da varie cause come:
Ø GENETICA
Ø RAPIDO ACCRESCIMENTO (maggiore nei cani di grossa taglia o taglie giganti)
Ø ECCESSO DI CALCIO
Ma l’eccesso di Calco che è la causa maggiore, quindi integrare una dieta casalinga o una dieta preconfezionata con integratori di calcio a caso, può portare a gravi conseguenze durante la crescita del Cucciolo.
Le malattie derivanti da un ‘eccesso di calcio possono causare:
Ø Deviazioni angolari degli arti (se è colpita la cartilagine di accrescimento)
Ø Tumefazioni articolari
Ø Zoppia o andatura claudicante (quando è colpita la cartilagine articolare)
Ø Disfunzioni endocrine a carico delle Paratiroidi ch determinano le alterazioni del metabolismo del calcio.
Invece la mancanza di un corretto apporto di calcio nella dieta genera alterazioni nei normali processi di condrogenesi e osteogenesi, con ripercussioni a lungo medio termine sul normale sviluppo ostearticolare del Cane.
Ne consegue quindi un progressivo indebolimento delle ossa lunghe fino ad arrivare alla formazione di fratture spontanee.
La diagnosi sulla clinica del Cane è su reperti radiografici.


PAROLA D’ORDINE: DIETA BILANCIATATanti pensano che il Cane sia come il suo cugino Lupo e quindi debba nutrirsi come lui, ma non è così.
La dieta del Lupo è fatta di Animali cacciati, quindi si potrebbe dire che la sua dieta è Bilanciata in quanto gli consente di assorbire le sostanze necessarie per il suo sostentamento come:

> Grassi > Proteine della carne, > Vitamine, > Calcio, > Fosforo, > Fibre.
Teniamo presente inoltre che il Lupo in libertà non ha sempre a disposizione il cibo quindi potrebbe capitare che digiuni per diversi giorni.
Mentre i nostri Cani a volte a causa della nostra troppa voglia di amarli hanno una dieta sbilanciata.
La tendenza di coccolarli con carne troppo magra, oppure integrare una dieta già ricca di sostanze nutritive con integratori alimentari porta a sbilanciare o in difetto o in eccesso la sua alimentazione con gravi conseguenze nel tempo.
Dobbiamo ricordarci che la crescita/sviluppo maggiore in un Cane di medo/grossa taglia avviene nei primi 7/8 mesi di vita.
Quindi non dobbiamo dimenticarci che squilibri alimentari in questa fase delicata possono avere conseguenze sulla sua struttura scheletrica causandogli gravi patologie, come già detto:
· Displasia dell’anca
· Displasia gomiti
· Osteocondrosi
Gli alimenti che troviamo sul mercato, sono alimenti studiati apposta per loro, e contengono già tutte le sostanze necessarie per il loro sviluppo, crescita e mantenimento.
In effetti sui banchi dei negozi di alimentari per Cani si trovano diversi integratori, uno dei più frequenti è il Calcio, così a volte nasce in noi il desiderio di dare di più ai nostri Cani, ma questa abitudine si trasforma con i tempo in una cattiva abitudine superflua e dannosa per il nostro amico.

MA ALLORA COSA SERVONO GLI INTEGRATORI E QUANDO DARLI???

Io consiglio sempre di utilizzarli su consiglio del proprio medico Veterinario là dove si intraveda un problema. A volte sarà capitato, specialmente ai proprietari di Cani lupoidi come il Cane da Lupo Cecoslovacco, Pastore Tedesco, di vedere il proprio animale durante il periodo della crescita specialmente nel periodo della dentizione, un certo grado di rilassamento del padiglione auricolare, erroneamente questo fenomeno viene spesso attribuito a una carenza di Calcio, per cui viene consigliato d’integrare la dieta del cucciolo con forti dosi di Calcio; in realtà l’orecchio è formato da tessuto cartilagineo, che non fissa il calcio, quindi la sua integrazione nella dieta risulta dannosa, mentre sarebbe più utile un integrazione di Condro-prottettori che aiutano la formazione della cartilagine e dei legamenti.
In effetti se guardiamo al quantità di cibo secco che viene data ad ogni pasto a nostro Cane spesso è facile pensare che la razione sia poca e comunque non così appetibile, di certo una bella porzione di carne di 150gr è più appetibile che quel mucchietto di palline.
Non dobbiamo però dimenticare che la carne cruda contiene molta acqua mentre nel cibo preconfezionato sono racchiuse tutte le sostanze che li ha bisogno.
Inoltre aumentare le dosi consigliate riportate sulle confezioni significa sovraccaricare il suo organismo di sostanze nutritive come nel caso del Calcio.
Occorre quindi osservare bene e informarsi altrettanto bene sul tipo di mangime che vogliamo dare al nostro Cane.
Chiedere sempre consiglio al proprio Veterinario, integrare le diete sempre su consiglio Veterinario e non a caso, e se vogliamo dargli qualche volta un pasto diverso dal solito possiamo farlo senza però lasciarci prendere la mano, perché la Salute del cane parte anche da una Buona Alimentazione.


ALCUNE BUONE REGOLELe caratteristiche per una Buona e Bilanciata dieta casalinga devono rispecchiare questi elementi:

BASE DI CEREALI
CARNE BEN COTTA
VERDURE BEN COTTE
(no foglia larga, no funghi, no cipolle)
Con moderazione:
FORMAGGIO
UOVA
FRUTTA
OLIO D’OLIVA, OLIO DI SEMI DI GIRASOLE
OLIO DI FEGATO DI MELUZZO
Attenzione alla quantità di verdura e della frutta potrebbe causare gonfiore di stomaco o coliche addominali.
Quindi la dieta non dev’essere solo di Carne.

Per quanto riguarda il cibo preconfezionato (secco/umido) dobbiamo stare attenti alle dosi riportate su ogni confezione.
Il Cibo preconfezionato possiamo trovarlo o nei supermercati o nei negozi specializzati di animali.
Le varietà ora mai sono davvero tante, e sono in grado di soddisfare le diverse esigenze nutrizionali del nostro cane.
Fate attenzione ai cibi troppo economici o di dubbia provenienza questi possono essere causa di problemi gastrointestinali.

Non lasciare mai il cibo a disposizione del vostro Cane.
Il Cibo è una risorsa molto importante che deve essere gestita da Voi. Date un minimo di 15/20’ al vostro Cane per mangiare dopo di che se non ha terminato rimuovete la ciotola lasciandogli a disposizione solo quella dell’acqua.
Cosa importante l’acqua dev’essere sempre pulita e fresca. Cambiateglila almeno 2 volte al giorno.

Regola d’oro le ciotole del nostro cane vanno lavate esattamente come le nostre, per una questione i igenie.

Se volgiamo dare della Carne al nostro Cane ricordiamoci di cuocerla , è vero che con la cottura una parte dei suoi principi si disperde, ma dare cerne cruda significa esporre il nostro Cane a malattie batteriche e parassitarie.

Le Ossa argomento tanto discusso.
Ricordiamoci se vogliamo regalare il piacere di un osso al nostro Cane deve essere di grandi dimensioni, lunghe come i femori e tibie, o corte e spugnose come i ginocchia.
Le ossa svolgono un’azione pulente sui denti del nostro Cane rimuovendo il tartaro o la placca, quale non viene rimossa dal cibo tradizionale.
Ricordiamoci che l’ingestione dell’osso, porta alla comparsa di feci alquanto dure e di colore grigio chiaro, in questo caso nei pasti successivi aggiungiamo dell’olio di vaselina per aiutare il nostro amico a 4 zampe ad espellere le feci con facilità e senza dolore.
Assolutamente vietato somministrare ossa di pollo o coniglio quest’ultime se ingerite intere possono perforare intestino o stomaco.

I pasti del cane devono essere almeno 3 nel cucciolo e 2 nell’adulto.
Soprattutto nei Cani di grossa taglia, dove cè il rischio delle Torsione Gastrica o Dilatazione Gastrica….

Buon appetito a tutti Voi….

Katia Verza




Commenti

WWW.KATIAVERZAEDUCAZIONECINOFILA.IT

WWW.KATIAVERZAEDUCAZIONECINOFILA.IT
L'EDUCAZIONE CINOFILA COME LA VEDIAMO NOI...

I NOSTRI VIDEO SU YOU TUBE

Loading...

COPYRIGHT

Testi ed Immagini pubblicati su questo Blog sono coperti da COPYRIGHT, per tanto è VIETATA la riproduzione intera o parziale senza l'ESPLICITO CONSENSO da parte dell'Autore e la citazione dello stesso.
Katia Verza Sulleormedellupo