mercoledì 5 ottobre 2016

CORSO: CONSULENTE CINOFILO AIUTO NELLA RELAZIONE UOMO & CANE

Foto di Gruppo degli ultimi iscritti al corso: PATENTINO BUON CONDUTTORE

Il 15 ottobre 2016, parte il Corso dedicato alla Consulenza Cinofila nell'Aiuto nella Relazione Uomo e Cane. 

Il mondo della cinofila è piuttosto complesso, dove regna il grande Caos. Si fa fatica a capire chi sono gli addetti ai lavori, si tende a confondere le figure professionali nel settore a volte arrecando grandi danni ai cani.
Sono più di due anni, che sto studiando un corso alla portata di tutti, dal semplice proprietario che vuole acquistare o adottare un cane e vuole capire come è fatto il mondo del Cane, e a chi vuol muovere il primo passo nel mondo lavorativo della cinofila, con semplicità, senza tralasciare la concretezza del sapere dell'essenza, esistenza, istinti, regole, del Cane. Regole ben precise alle quali il nostro amico a 4 zampe non potrà mai sottrarsi.
Il corso punta sulla prevenzione dei morsi, sulla gestione naturale del cane, e su una sana convivenza con l'uomo. Parleremo della differenza delle varie mansioni dei cani, quelli da guardia da quelli adibiti alla semplice compagnia, dai vari raggruppamenti e delle loro attitudini, dai periodi sensibili e la loro fondamentale importanza nella vita del cane, all'ingresso del cucciolo o cane adulto in famiglia e molto altro ancora. 

Come dicevo c'è molta confusione nel capire i ruoli delle varie figure cinofile vediamo cosa realmente fanno:

EDUCATORE CINOFILO: ha il ruolo di "educare" il cane ad assimilare alcune regole (comandi) che andranno ad agevolare la convivenza con il proprio proprietario. 
Quindi, l'Educatore Cinofilo è orientato nel cercare la chiave di lettura adeguata per assecondare le esigenze del conduttore riguardo alle sue aspettative di ubbidienza da parte del cane.

ADDESTRATORE CINOFILO: è quella figura che "addestra" il cane a una particolare disciplina, ad esempio: cani per la protezione civile, cani antidroga, cani per conduzione non vedenti, cani da pet Therapy, e le varie discipline agonistiche cinofile. C'è da fare una considerazione su questo aspetto; i cani addestrati a svolgere un particolare lavoro, in realtà non possono fare i cani, ovvero non possono essere vissuti come "cani normali", perchè una volta intrapresa questa particolare strada, necessiteranno di un continuo e costante addestramento (sempre se si voglia possedere un cane Efficace). Loro diverranno cani da lavoro, pari a dei soldati, vivranno in funzione di quel tipo di mansione a stretto contatto con il proprio conduttore. 
Non confondere questa particolare disciplina e figura professionale, con quelle forme di addestramento cinofilo che si svolgono solo nei fine settimana. Possedere un cane/professionista/addestrato significa lavorare insieme animale ogni sacro santo giorno della settimana. Ricordatevi che ogni forma di addestramento se non eseguita in modo corretto e nel rispetto delle regole, può essere Nociva e arrecare numerosi danni, sia all'animale che alle persone. 

COMPORTAMENTALISTA: figura prettamente New Age, nata da pochissimo. Il comportamentalista sarebbe come lo Psicologo per l'uomo, si dovrebbe occupare di quei soggetti che presentano patologie legate ai comportamenti, aiutando il cane a migliorare il suo comportamento con la somministrazione di farmaci o psicofarmaci. 
Nella mia carriera di cani "psichiatrici" non ne ho mai incontrati.  Ho incontrato invece cani con "problemi comportamentali", ma le cause di questi disagi erano legati prettamente a cattive gestioni, risolto la causa ovvero lavorato sul padrone e gestione dell'animale, le noie procurate dal cane si sono sedate immediatamente, senza intervenire farmacologicamente. 
Sono piuttosto contraria a queste forme di cure/prevenzioni, la mia esperienza infermieristica, mi ha fatto comprendere il valore, la pericolosità, le contro indicazioni dei farmaci ingeriti. Ancora una volta, si tende ad attribuire al cane patologie prettamente umane, e ancora una volta si vuole curare il cane, esattamente nello stesso modo in cui viene curato l'uomo. Il punto è, che difficilmente il cane soffre di disturbi psicologici, a meno che non si parli di disturbi neurologici legati a una reale disfunzione fisiologica, le "ansie-disturbi" che prova, sono semplicemente il risultato di un malesseri che nascono all'interno della relazione con il proprio padrone o della casa che lo ospita. 
Il cane non può vivere come un uomo, deve vivere come un "cane", come quell'essere che è stato concepito da Dio. Voglio pensare che se Dio, l'avesse voluto a nostra immagine e somiglianza, non gli avrebbe dato 4 gambe e 1 coda, e proprio perchè Dio ha voluto un'essere migliore dopo la creazione dell'uomo, non capisco perchè mettiamo tuttoilnostro impegno per rovinare l'opera di Dio.

Il mio OBBIETTIVO è di creare una Figura "SEMPLICE" ma "EFFICACE", che miri alle VERE NECESSITA' del CANE, ovvero mettere in condizioni il padrone di CAPIRE la NATURA e le ESIGENZE del proprio animale. Dobbiamo iniziare a capire che il Cane non può essere educato come un'essere umano, non possiamo continuare a pretendere da lui "Atteggiamenti" che non ci potrà dare, proprio perchè la sua natura è diversa dalla nostra. 

Non possiamo VOLERLO A NOSTRA IMMAGINE E SOMIGLIANZA, commettere questo errore significa COMPRIMERLO, significa FARLO ESPLODERE, in atteggiamenti più o meno gravi con altrettante conseguenze più o meno gravi.

Il Cane ci deve sentire come un "Amico" non come un "Dittatore", deve percepirci come una FIGURA AFFIDABILE. Tutto questo mirerà a rendere la convivenza DURATURA e FELICE per entrambi. 

Il Cane che manifesta "patologie comportamentali" è un'animale a cui è stato VIETATO di ESSERE SE STESSO, magari con l'uso di sistemi educativi poco conformi alle sue esigenze, anche AMARE in modo INAPPROPRIATO il proprio Cane, può essere FONTE di GRANDE DISAGIO.

I Cani che vengono vissuti da Cani, liberi da ogni costrizione umana, senza le continue interferenze da parte dell'uomo, difficilmente mostreranno DISTURBI COMPORTAMENTALI, anzi saranno ben disposti alla convivenza con il proprio padrone, con gli altri simili e con l'ambiente che lo circonda..

Molto spesso l'uomo necessita di una figura professionale per ADATTARE il proprio animale alle proprie ESIGENZE - PSICOPATIE - FISSAZIONI - MODE, creando un GROSSO DANNO ALL'ANIMALE STESSO.

Dunque a che cosa voglio puntare?

Il mio OBBIETTIVO è creare una figura, che ha la mansione di ASSISTERE il suo cliente nell'affrontare due punti fondamentali e sono: 

  • la scelta del cane, se non se ne è già in possesso, 
  • la GESTIONE dello stesso,RISPETTANDO la NATURA, le ESIGENZE, e in fine gli ISTINTI DEL CANE, senza troppe NOCIVE e COSTOSE MODERNITA'.


Verrà costituito un elenco dei CONSULENTI CINOFILI, formati, avranno l'obbligo di partecipare ad uno degli aggiornamenti Gratuiti annuali. In caso di assenza prolungata di 2 anni, verranno tolti dall'elenco di quelli Abilitati alla mansione.


Per qualsiasi informazione scrivere a
oppure a 
katiaverzaeducazionecinofila@gmail.com

Nessun commento: