mercoledì 25 luglio 2012

I CUCCIOLI CRESCONO ... UNA BUONA FATTRICE è UNA BUONA INSEGNANTE

Una carrellata fotografica davvero speciale...

Questa prima sequenza fotografica rappresenta un momento molto particolare.
Luna in questi giorni nonostante i piccoli siano passati alla fase dello svezzamento, continua a produrre latte in modo abbondante mantenendo la classica "Fame da Lupo".
Ogni tanto lontano dai pasti principali le elargisco dei colli di tacchino. Questa mattina, è capitato che lo spuntino è stato offerto ai cuccioli. La prima ad avvicinarsi al "collo di tacchino" è stata Taiga, seguita dai fratelli incuriositi dalla novità. Il tutto è finito in una piccola rissa, fatta di gran ringhi e brontolii. Bellissima scena, pensare che hanno solo un mese di vita.





















In questo mese di cambiamenti ne sto vedendo tanti, ed è bello vederli crescere formare il loro carattere. Guastatevi queste immagini como loro si stanno gustando il latte della loro mamma.














Il cucciolo quando nasce non possiede nessuna informazione dall'ambiente, lui si muove solo in base a quelle informazioni che sono contenute nel suo DNA, ovvero la ricerca del calore della madre, cercare subito la fonte di cibo (latte), piangere quando ha freddo o fame oppure in una situazione di dolore o pericolo per chiamare la madre.
Il bere da una ciotola l'ho impara in seguito e in questo caso (o nel mio caso) è sempre la mamma che gli insegna come si fà.... 











I cuccioli verso la terza settimana di vita iniziano a diventare esplorativi e questa attività aumenta sempre più con la crescita. 
Inoltre la curiosità li spinge a conoscere nuove cose. Se queste cose poi producono da mangiare allora il divertimento per il cucciolo è assicurato.
Vediamo in queste foto Tundra, Taiga e Yuki alle prese con un gioco di attività mentale.
Si tratta di un ovetto di plastica che se urtato nel giusto modo fa uscire dei bocconcini.
Con questo gioco, il cucciolo aumenta la capacità di utilizzare il fiuto, inoltre impara ad utilizzare tutto il corpo, naso, bocca, zampe per scuotere l'oggetto.
Ma il gioco in se non sviluppa nessun senso del cane, perchè il cane già li possiede, lo aiuta invece a sviluppare la curiosità, elemento indispensabile per l'acquisizione delle informazioni dell'ambiente.
Non dimentichiamoci che anche in natura la curiosità è alla base della sopravvivenza e dell'apprendimento.








Il cane vissuto in un contesto sociale come il nostro, deve sottostare a delle regole ben precise, come quello di esser condotto legato. A tutti piace vedere i cani liberi di muoversi, ma purtroppo in certi contesti non si può fare. Il cucciolo dovrà imparare a sopportare il fastidio del collare, e questo è il momento ideale per abituarlo. Utilizzando dei collarini da gatto lo si abitua a questo corpo estraneo tanto fastidioso. E' un bel suplizio, ma loro tra un gioco e l'altro, una zuffa, un pisolo, una grattattina imparano a sopportarlo e questo ci permetterà di accedere al secondo passaggio (agganciarlo al guinzaglio) con più facilità e meno fastidio.




















La mamma non è solo fonte di cibo ma anche di insegnamento.
Quando guardo Luna, rimango meravigliata della sua pazienza.
Luna di trasforma da mamma severa a mamma giocattolo.
Ma in ogni suo movimento in ogni sua azione è rinchiuso un insegnamento.




















Incontro con papà Manny attraverso il cancelletto.








































Autore Fotografico: Katia Verza
Le immagini sono COPERTE da COPYRIGHT
VIETATO qualsiasi utilizzo intero o parziale senza l'ESPLICITO CONSENSO da parte dell'Autore e la citazione dello stesso


www.sulleormedellupo.it

Allevamento Amatoriale Cane Lupo Cecoslovacco
Addestratore - Educatore Cinofilo Cane Lupo Cecoslovacco
Pavia

1 commento:

Martina ha detto...

Foto splendide come sempre. Posso solo dire che i futuri proprietari di queste adorabili lattine di chinotto :) (per chi non lo avesse capito li chiamo lattine di chinotto perchè da cucciolini sono tutti neri, lunghi 15 cm :) sembrano quindi delle lattine di chinotto) sono davvero fortunati. Non tanto per il fatto di prendere un cucciolo da Katia, ma per il lavoro che ha fatto e sta facendo Katia e Luna con i vostri cucciolini. È importantissima l'interazione tra mamma cuccioli, cuccioli e ambiente, è importante che tutto questo si concluda con un successo. Per far questo ci vuole uno spirito d'osservazione e un impegno non indifferente. Vi assicuro che non è per niente facile. Mi azzardo a mettere la mano sul fuoco, ma vi posso assicurare che NESSUNO o forse un paio soltanto degli allevatori che ho incontrato fino adesso consegna al futuro propietario un cucciolo con alle spalle un lavoro così intenso e oserei dire ben fatto. Non voglio fare la maestrina bacchettona :) ma Katia ha cominciato un lavoro, ora sta a voi, alla vostra bravura continuare SULLE ORME DEL LUPO! :)

PS visto che come in tutti gli ambienti ci sono sempre malelingue vorrei puntualizzare che tutto quello che ho scritto non rientra nel mio interesse, in quanto non possiedo nessun cucciolo dall'allevamento di Katia. Non ho l'onore di lavorare con Katia in quanto risiedo troppo lontano. La incontro ogni tanto, ma posso dirvi che un incontro con lei vale mille sedute al campo cinofilo qui dalle mie parti. I miei giudizi si basano su ricerche, letture, filmati, e piccole esperienze che ho vissuto sulla mia pelle.