sabato 4 agosto 2018

SIAMO UOMINI O CAPORALI... ???




In questi giorni d'agosto, scorgo un post su FB, la nuova "Università Mondiale del Sapere", dove si trova tutto, dove le cose più bizzarre accadono.
Il post che mi colpisce, attacca gli Allevatori accusandoli di "speculare sugli animali ma soprattutto, che scegliono i futuri detentori in base al loro reddito, così da poter estorcere loro più denaro".

Non posso negare l'evidenza, molti delle persone che Allevano, lo fanno solo per denaro, anche se tutti andiamo a lavorare per portare a casa " la sporca carta " per vivere, non ho mai incontrato nessuno che andasse a lavorare per " sport ", di solito il "lavoro" serve per mantenersi, curarsi, alimentare un'attività, gettare le basi per un futuro ai nostri figli e così via... a parte questo, è vero molti Allevano per denaro ma ancor peggio, non curano i propri animali, come non curano la provenienza dei propri animali, come non curano la salute dei propri animali, come non si curano di far procreare seguendo certi protocolli, dettati dalla razza scelta, come non si curano se la persona che prenderà il loro cucciolo sia una persona affidabile o meno. Verissimo, purtroppo ACCADE...MA....

C'è sempre un MA... da tenere in considerazione. In PRIMIS, chi si avvicina all'idea di prendere un cane, soprattutto se lo si vuole di razza, bisogna girare, imparare a investire un pò di denaro, per conoscere l'ambiente, le persone, il modo in cui lavorano, visionare i cani, magari chiedendo informazioni sui cani riprodotti in precedenza, farsi mostrare i documenti, i peedigree, i certificati veterinari e così via. Un cane non va acquistato con la stessa semplicità di come si va a comprare il pane sotto casa. No! Ci vuole tempo, pazienza, e cura nella scelta.

Vero anche facendo tutto questo, si può incorrere in qualche intoppo, ma il motivo è legato al semplice fatto, che un ANIMALE è semplicemente un ESSERE VIVENTE, e come tale RISPONDE ANCHE LUI ALLE LEGGI DELLA NATURA.

Ritornando alla discussione di FB, leggevo parole tipo: " il guaio sono proprio gli allevatori, solo pochi lavorano bene, meglio un privato che un allevatore."
Vero sono in pochi che lavorano bene, ma c'è un errore di fondo in questa affermazione, un Privato se decide di Allevare, quindi mettere al mondo delle vite, anche lui si trasformerà in Allevatore e come tale dovrà rispettare determinate regole, come sincerarsi che gli animali provengano da allevamenti seri, che siano in buono stato di salute, che abbiano a loro volta eseguito quei test, che ne escludano quelle patologie che colpiscono quella razza - la più comune a tutte le razze è la displasia - e così via. Non perchè è un PRIVATO ed è ESONERATO  a far tutto ciò. Perchè anche il PRIVATO farà pagare quell'animale, quindi quel PREZZO per il compratore dovrebbe esser fonte di garanzia. 

Sono anni che sono sulla piazza, e ne ho sentite di tutti i colori, mi è anche capito di incontrare realtà, dove si cercavano cani in adozione per poi farli riprodurre e venderli.  Se prendiamo in esame questo esempio, non sappiamo la provenienza di quel soggetto, quindi non ne conosciamo il modo di allevamento. 
Spesso con un cane proveniente da un adozione, non si conosce la genealogia perchè magari frutto di accoppiamenti senza certificati - pedigree -, idem per quanto riguardo lo stato di salute. Sapere lo storico di quell'animale ci può aiutare a capire CHI E' QUEL CUCCIOLO. 
In questo caso preso come esempio, si può solo sincerarsi sullo stato di salute dei soggetti presenti, ma non si potrà sapere quello che riguarda l'anamnesi di quell'albero genealogico.

RESTA INTESO CHE IN UNA SITUAZIONE DEL GENERE  SI  HA L'OBBLIGO MORALE  -   ETICO   ( me lo auguro vivamente ), DI PROVVEDERE ALMENO ALLA SALUTE DEL PROPRIO ANIMALE, SENZA DIMENTICARSI DI INFORMARE IL FUTURO DETENTORE.

L'Allevatore dal canto suo, non deve essere da meno. I cani andrebbero testati sulle malattie o patologie frequenti di quella data razza, questo per escludere la possibilità di una trasmissione alla prole, anche se esistono "GENI RECESSIVI", che a volte riemergono colpendo il cucciolo. Come tutte le cose, soprattutto in biologia, non esiste nè il sempre nè il mai

Non si deve DIMENTICARE che CHI mette al mondo delle vite, non ha la facoltà di generare ESSERI PERFETTI, SANI, SUPER, ma solo ESSERI VIVENTI. 
Evviva DIO che sia così... 
Ciò non toglie che se esistono delle regole, queste devono essere per lo meno rispettate.

Ovvio che se siamo in possesso di un soggetto, che presenta malattie/difetti che possono essere trasmesse alla prole, non dovrà essere messo in riproduzione, e se nel caso si scegliesse di farlo, occorre un'attenta valutazione sul passo scelto. Scelte di solito fatte al fine di fissare un determinato "carattere" nella selezione di una data razza.

E' una CASTRONERIA ASSOLUTA affermare frasi come: un cane con pedigree malato vale meno di un cane sano.
Ancora una volta non è il Pedigree a determinare la salute dell'animale, ma è l'uomo a determinarlo, in questo caso, tutti siamo CHIAMATI A LAVORARE BENE, sia chi si fa chiamare ALLEVATORE, sia chi si fa chiamare PRIVATO, NESSUNO è ESCLUSO, tutto questo nel RISPETTO DELL'ANIMALE che sia con o senza Pedigree.

L'unica soluzione sarebbe fare una mappa genetica per escludere eventuali malattie, ma anche qui non servirebbe a nulla. Se ci facessimo fare un mappaggio genetico, credetemi, vi spaventereste a morte, perchè anche noi come gli animali, abbiamo nel nostro corredo genetico, una storia infinita, così è anche infinita la lista delle malattie che potremmo sviluppare, eppure siamo stati generati, e a nostra volta abbiamo generato figli e siamo andati avanti per la nostra strada affrontando gli ostacoli posti sul nostro cammino.

Purtroppo è il lato negativo del "comprare" un'animale, noi investiamo i nostri soldi su un'essere vivente, il quale potrà vivere a lungo, o spegnersi nel giro di pochi anni, non è DATO A SAPERLO A NESSUNO, quale sarà la sua permanenza su questa terra. 

Se la cosa vi tocca, se non volete rischiare di buttare via i soldi su un'azzardo del genere, allora ADOTTATE, ma senza pagare un centesimo, perchè se pagate, anche un solo centesimo, un cane che è stato allevato, con una genealogia incerta - mi riferisco non solo alla consanguineità ma anche allo storico della salute - e senza diagnosi, voi ANDRETE A FORAGGIARE PSEUDO ALLEVATORI che continueranno a lavorare fuori dall'Etica, danneggiando anni di lavoro, ma cosa più importante, andranno a SPECULARE SULLA VITA DI ESSERI VIVENTI.

E' verissimo quando mi si dice: Le regole si infrangono appena possibile, quando iniziano a girare tanti soldi... .Ma è anche ALTRETTANTO VERO, che la DIFFERENZA LA POTETE FARE SOLO VOI, CHE DECIDETE DI ACQUISTARE, RICHIEDENDO LE GIUSTE GARANZIE, INFORMANDOVI, VALUTANDO, E ALLA FINE SARETE VOI A DECRETARE SE QUEL LAVORO MERITA IL VOSTRO CONSENSO.. Anche VOI CHE COMPRATE siete esattamente RESPONSABILI come noi che Alleviamo.. 

Vi lascio un link che scrissi nel 2017, li si trovano molti spunti a riguardo la selezione  NON APPROPRIATA del CANE LUPO CECOSLOVACCO.

Il Cane Lupo Cecoslovacco, è un cane che non nasconde le sue ORIGINI, ne con l'Aspetto ne con il Carattere. Una selezione inappropriata, con soggetti di dubbia provenienza, non solo portano problemi legati alla salute, ma anche problemi legati alla convivenza e alla gestione dell'animale. LASCIO A VOI LA RIFLESSIONE.

CONTINUA LA LETTURA CLICCANDO SUL SEGUENTE LINK: 







Allevamento Amatoriale Cane Lupo Cecoslovacco
Addestramento - Educazione Cinofila dedicata alla razza del Cane Lupo Cecoslovacco
Educazione Cinofila Naturale - Educazione Cinofila Civica
di Sulleormedellupo - Katia Verza 

Il materiale pubblicato è coperto da Copyright. VIETATA qualsiasi pubblicazione intera o parziale senza l'ESPLICITO CONSENSO da parte dell'Autore e la citazione dello stesso.