CUCCIOLATA IN ARRIVO DI YUKI SULLEORMEDELLUPO



Prima di lasciarvi alle immagini spettacolari dell'esito ecografico di Yuki Sulleormedellupo in dolce attesa, vorrei affrontare con voi un tema, sulla riflessione di prendere un cane.

Tutte le volte, che mi trovo ad affrontare una nascita, e man mano che si avvicina il momento, le preoccupazioni, cambiano in base alla fase della gravidanza.

La prima preoccupazione è la monta, la seconda preoccupazione è lo svolgersi di una gravidanza serena per la fattrice, la terza preoccupazione è la preparazione all'evento, la quinta preoccupazione è che tutto vada bene durante il parto, la sesta e che i cuccioli nascano e sopravvivano bene nei primi 30 giorni di vita, i più importanti e fondamentali per la loro vita, e poi la settima cosa e non perchè è in ultimo posto non sia la più importante e fondamentale per la riuscita di tutto questo lavoro, la SCELTA DEI PROPRIETARI.

Ma facciamo un passo indietro e facciamo una riflessione.
Come l'uomo discende dalla scimmia, il Cane discende dal Lupo.

Molto spesso mi trovo davanti a persone che dopo aver acquistato il loro Cane, il loro fedele amico, quello che hanno desiderato tanto, trovino inaccettabili determinati comportamenti come quello di:
  • MORDERE ( i cani usano la bocca, per tante cose come: imparare, difendersi, dare un chiaro messaggio, difendere un qualcosa, un pò come le mani per l'uomo, che le può usare per costruire, accarezzare, picchiare, distruggere, ma fanno parte della sua natura).
  • ABBAIARE ( i cani abbaiano, se miagolassero allora si che ci sarebbe da preoccuparsi, ma a parte la battuta, il cane abbaia, per: avvisare, comunicare un qualcosa, attirare attenzione, comunicare con altri cani, anche l'uomo parla, e a volte lo fa senza pensare a quello che dice, eppure... continua a parlare).
  • RINGHIARE ( anche questo è a mio avviso un ottimo segnale di comunicazione, molto spesso mal interpretato, perchè un cane equilibrato prima di arrivare all'azione, ovvero MORDERE, ci fa capire che non vuole essere infastidito, se l'uomo non comprende questo segnale, la colpa non sarà del cane. Ringhiare significa: malessere, non voler esser toccato, difendere un qualcosa, minaccia).
Risulta OVVIO come il sorgere del sole, che se noi continuiamo a provocare il Cane, con atteggiamenti o situazioni inadeguate, lo induciamo ad avere questi tre tipi di risposta/atteggiamento/comportamento, di certo non possiede l'uso della parola, quindi comunicherà con voi con i mezzi che il Buon Dio gli ha fornito. Con questi tre atteggiamenti vi dirà di smetterla, in caso arriverà a farlo solo come lui sa fare, ovvero ABBAIANDOVI, RINGHIANDOVI  e in fine se non la capite MORDENDOVI.

E' stato osservato mediante studi, che nel cane ci sono all'incirca una settantina di analogie di comportamento che derivano dal Lupo.
Quindi se consideriamo "NORMALE", il comportamento del Lupo in un ambiente selvatico, non capisco perchè non possiamo considerare "NORMALE" determinati comportamenti del nostro Cane.

Nella maggior parte delle volte, ho potuto costatare che il Cane non ha NESSUN PROBLEMA, perchè si sta comportando semplicemente da Cane, solo che NOI ci siamo messi nella mente che dobbiamo contenere il CANE a tutti i costi, portandolo a sviluppare determinati atteggiamenti inappropriati. 
Comportamenti che in alcuni casi diventano ECCESSIVI e INOPPORTUNI per il tipo di situazione e contesto in cui noi ci troviamo.

MA PRIMA DI GUARDARE COME SI COMPORTANO I CANI DIAMO UN OCCHIO A COME CI COMPORTIAMO NOI.

Come ho ribadito più e più volte, molte persone decidono di prendere un Cane per una questione di MODA, più vado avanti nel mio lavoro e più mi scontro con questa triste realtà, soprattutto questo lato negativo lo riscontro nel mio settore del Cane Lupo Cecoslovacco. 
La MODA è una delle tante MOTIVAZIONI SBAGLIATE, forse la PEGGIORE.
C'è anche chi compra il Cane per sostituire quegli affetti mancanti.

Venti anni fa, il classico modello di vita era quello di trovare lavoro, comprarsi la casa, sposarsi avere dei figli e poi come ultima analisi, prendersi un cane. La donna era quella che si occupava per la maggiore della casa e dei figli, naturalmente insieme tutto al resto, compreso il cane.

Oggi giorno, nei nostri tempi moderni, entrambe le figure uomo/donna vogliono fare carriera o sono costretti a lavorare a causa della forte morsa economica che ci costringe a sopravvivere. Il risultato porta ad un notevole cambiamento nel nostro stile di vita, cambiando le dinamiche, oggi funziona così: sposarsi o convivere, prendere un cane, avere dei figli, sbarazzarsi del cane o avere numerosi problemi con il cane.

Purtroppo nella coppia o nell'individuo, riemerge quel bisogno "freudiano" di prendersi cura di qualcuno e si finisce per prendersi un cane, ma credetemi a volte sarebbe meglio un gatto o ancor meglio un pesciolino rosso.

Solo che strada facendo, si inciampa in cattive abitudini, dando al Cane un RUOLO SOCIALE che non gli compete, oppure capita molto spesso che il Cane tanto amato diventi di punto in bianco un PROBLEMA, sotto il profilo della sicurezza, iniziando ad avere paura di lui. 
Tutto questo nasce dell'INFLUENZA NEGATIVA di quello che si legge nei vari social network, sui giornali, alla TV, dal vicino di casa, dagli pseudo educatori e così via.
Non ci si ferma a capire, e si inizia a fraintendere determinati comportamenti che hanno sempre fatto parte del linguaggio canino.

Anche se "CAPIRE UN CANE", occorrerebbe farlo PRIMA di acquistarlo e non DOPO averlo portato a casa.

Purtroppo il NOSTRO MODO DI VIVERE sta cambiando, influenzando in modo negativo anche i nostri Cani.

Qualunque Educatore Professionista e non improvvisato o comunque  munito di un pò di Buon Senso pratico, vi consiglierà che prima di tutto occorre costruire con il vostro Cane un RAPPORTO di Amicizia basato sulle REALI ESIGENZE del Cane e non basato sulle ESIGENZE umane, che sono tutt'altra cosa.

Tutte le forme di vita intelligenti possiedono una SENSIBILITA', solitamente in modo INTRASPECIFICO (tra la stessa specie), ma nel caso del Cane con l'uomo, il legame emotivo è piuttosto sviluppato.

L'uomo moderno è ligio ai crismi della società, acquista tutto ciò che desidera, a volte senza pensare alle conseguenze, e poi spende la sua vita a pagare le sue scelte.
Una volta le scelte erano più ponderate si tendeva a comprare ciò che serviva, che era realmente utile, quello che ci si poteva permettere e si tendeva a risparmiare per quello che si desiderava oppure per quello che ci sarebbe piaciuto avere. 
Oggi funziona TUTTO AL CONTRARIO.

Il motto di oggi è "VIVI ORA E PAGA DOMANI", solo che questa filosofia possiede EFFETTI COLLATTERALI DISTRUTTIVI.

L'uomo molto spesso, "VUOLE", ma non si rende conto che le AMBIZIONI, il voler sempre tutto e subito, le preoccupazioni, ci portano a NON COMUNICARE PIU', come una volta.
Non c'è più il tempo per parlarsi, siamo sempre di corsa, e quando abbiamo un attimo di tempo lo passiamo con il telefonino di ultima generazione in mano, la comunicazione tra le persone è finita, figuriamoci se abbiamo il tempo per comunicare con in nostro Cane,o ancor più importante se abbiamo il tempo per starlo a capire.

E anche il cane diventa OGGETTO. Salta agli occhi, che la maggior parte delle persone acquista la razza che riflette il proprio  carattere, il proprio status sociale.
Senza contare che oggi giorno non ci si accontenta più dei cani meticci, ma si vogliono Cani di razza, accompagnati (come giusto che sia) da tanto di peedigree da mostrare come trofeo.
Resta di fatto che le persone inconsciamente o consciamente usino i loro cani come mezzo per approcciarsi alle altre persone.
Se ci pensate bene, si rivolge di più la parola ad uno sconosciuto accompagnato da un cane, che a uno sconosciuto senza cane.
Infatti nel primo esempio, si approccerà la persona facendo il complimento al cane e poi attaccando discorso con l'individuo.

Pensateci un istante; possedere un molosso è segno di forza, possedere una razza lupina è un misto tra fierezza, mistero e selvaggio, possedere un Afgano o un Borzoi è segno di eleganza, ricchezza.

Il problema dove risiede? Risiede ancora una volta che determinate razze confinate in appartamento sono state selezionate/allevate per adempiere specifici compiti, e questo a lungo andare, può CREARE NON POCHI PROBLEMI se non si rispetta la loro indole/istinto/natura.

Leggendo un libro, mi è capitato un esempio lampante di quanto l'uomo possa considerarsi a dir poco sensibile a questo aspetto.

L'esempio che vi porto è quello del Border Collie, una razza che ha una notevole popolarità, perchè nota su molti giornali, in TV, negli show sportivi. 
Proprio per questo viene considerata una razza facile da tenere, se non che, il Border Collie nonostante sia un Buon Cane da Pastore, è ancor prima uno stacanovista. Lui ha un bisogno disperato di stimoli adeguati per stare bene, in fondo è stato selezionato per questo.
Se lo metterete in un ambiente domestico povero di stimoli mentali, con il tempo inizierà a raggruppare il branco (famiglia) come un gregge di pecore, probabilmente facendo uso della bocca (il Border Collie è un Toccatore). A questo punto il tanto desiderato Border Collie sarà considerato un cane aggressivo.
Pochi cercheranno di comprendere le sue reali necessità e ragioni, il suo ISTINTO MOLTO SVILUPPATO, se non trova gratificazione o possibilità di sfogo, sfocerà in atteggiamenti a noi non desiderati, tutto questo è una questione di GENETICA di SELEZIONE e l'uomo non può cancellare questa sua NATURA.

Tenere un soggetto da lavoro segregato a una vita sedentaria priva di stimoli, equivale a riempirsi la vita di problemi.
Quindi le ragioni che ci spingono a possedere un cane qualunque esso sia, devono essere BEN PONDERATE per il BENESSERE DI TUTTI, CANI e UOMINI compresi.

Sono certa che acquistare, adottare un cane per ragioni sbagliate non si andrà solo ad intaccare il rapporto con il nostro animale ma anche quello di chi ci vive attorno.


Mi sono sentita in dovere di fare questa riflessione, perchè Allevare richiede sempre una buona dose di coraggio, accompagnata da un pizzico di Pazzia. Un buon Allevatore seleziona, studia, soffre con i propri cani, ma cerca anche loro persone adeguate.

Un cane Va amato, ma non va Umanizzato. Occorre viverlo. Viverlo per quello che LUI è, niente di più niente di meno. Il Cane Lupo Cecoslovacco, è un cane fantastico, non lo dico perchè lo allevo, lo dico per grazie a lui, ho imparato veramente tante cose, grazie a lui, mi sono spinta a conoscere personaggi importanti come Ellis, Freund, Dr. Fishburn, Magali Dupont, tutte persone che hanno studiato e vissuto con i Lupi, tutte persone che mi hanno fatto comprendere il sottile confine che c'è tra il Lupo e il Cane, e tutte mi hanno fatto comprendere che vivere un cane in un ambiente non adeguato, soprattutto se questo è molto vicino al Lupo, lo si porta a soffrire, a non integrarsi bene con il mondo che lo circonda.
Trovare un compromesso è sempre molto difficile, perchè l'uomo tendo a non rinunciare mai niente del suo, ma sempre pronto a sacrificare quello degli altri, e a sbarazzarsi delle cose quando queste diventano ingestibili, inutili o perdono di interesse.

Spero anche questa volta di avere un Buon Intuito, nella scelta dei detentori.

Ora vi lascio alle bellissime immagini ecografiche di Yuki Sulleormedellupo di Manuel Sirago









La cucciolata sempre a Dio piacendo, nascerà verso la fine della terza settimana di dicembre 2014, la consegna dei cuccioli è prevista verso la fine di Febbraio 2015, non prima dei 70 gg di vita.

I cuccioli saranno seguiti con il programma QUELLO CHE CONOSCO NON LO TEMO di SULLE ORME DEL LUPO, per garantire al cucciolo la giusta socializzazione intra-interspeicifica ed ambientale. Programma seguito dalla Allevatrice-Educatrice Cinofila Katia Verza.


CHI FOSSE INTERESSATO A COMPRENDERE DI PIU' LE DINAMICHE DI VITA DI UN CANE, CONSIGLIO LA PARTECIPAZIONE DEL CORSO "PATENTINO BUON CONDUTTORE" CHE INIZIERA' VERSO A GENNAIO 2015 CON IL TERMINE A MARZO 2015, 5 WEEK END PER CONOSCERE E CONDURRE NEL MODO ADEGUATO IL CANE NELLA NOSTRA SOCIETA'.

PER LE GIORNATE FORMATIVE RIGUARDO IL CANE LUPO CECOSLOVACCO SI PUO' PARTECIPARE IN MODO PROGRAMMATO.

Chi fosse interessato alla cucciolata o ai corsi può scrivere a:

oppure telefonare a
+39 340 566 4388
Il materiale pubblicato è COPERTO da COPYRIGHT
VIETATA LA RIPRODUZIONE INTERA O PARZIALE senza l'ESPLICITO CONSENSO da parte dell'Autore o la citazione dello stesso.


Commenti

WWW.KATIAVERZAEDUCAZIONECINOFILA.IT

WWW.KATIAVERZAEDUCAZIONECINOFILA.IT
L'EDUCAZIONE CINOFILA COME LA VEDIAMO NOI...

I NOSTRI VIDEO SU YOU TUBE

Loading...

COPYRIGHT

Testi ed Immagini pubblicati su questo Blog sono coperti da COPYRIGHT, per tanto è VIETATA la riproduzione intera o parziale senza l'ESPLICITO CONSENSO da parte dell'Autore e la citazione dello stesso.
Katia Verza Sulleormedellupo